Avviso: Se il viaggio comporta una destinazione finale o lo scalo in un paese diverso da quello di partenza, potrebbe essere applicata la Convenzione di Varsavia, che disciplina e, nella maggior parte dei casi, limita la responsabilità dei vettori per lesioni personali o decesso dei passeggeri e per perdita o danneggiamento dei bagagli. Si vedano anche gli avvisi "Avviso ai passeggeri dei voli internazionali sulla limitazione di responsabilità" e "Avviso sulle limitazioni di responsabilità relativi al bagaglio".

Condizioni di contratto 

1. Il termine "biglietto" utilizzato nel presente contratto indica il biglietto del passeggero e la ricevuta del bagaglio, oppure la ricevuta di viaggio nel caso del biglietto elettronico, ove applicabile, di cui queste condizioni e avvisi fanno parte. Il termine "vettore" indica tutti i vettori aerei che si occupano o si impegnano a occuparsi del "trasporto" dei passeggeri e dei loro bagagli in conformità al presente contratto o a fornire qualsiasi altro servizio accessorio a tale trasporto aereo. Il "biglietto elettronico" è la ricevuta di viaggio emessa da, o per conto del, vettore, la ricevuta elettronica e, ove applicabile, la ricevuta di imbarco. La "Convenzione di Varsavia" è la Convenzione per l'unificazione di alcune norme relative al trasporto aereo internazionale, firmata a Varsavia il 12 ottobre 1929, o la Convenzione modificata all'Aia il 28 settembre 1955, secondo il caso.

2. Il trasporto è soggetto alle norme e alle limitazioni di responsabilità stabilite dalla Convenzione di Varsavia, a meno che tale trasporto non sia un "trasporto internazionale" come definito da tale Convenzione.

3. Nella misura in cui non entri in conflitto con quanto indicato sopra, il trasporto e gli altri servizi forniti da ogni vettore sono soggetti a: (I) le disposizioni indicate sul biglietto; (II) le tariffe applicabili; (III) le condizioni di trasporto del vettore e le relative norme, che sono considerate parte di questo contratto (e sono disponibili per l'applicazione su richiesta presso gli uffici del vettore), ad eccezione del trasporto negli Stati Uniti o in Canada e in qualsiasi luogo al di fuori degli stessi, per cui si applicano le tariffe in vigore in questi paesi.

4. La denominazione del vettore può essere abbreviata sul biglietto, con la denominazione per esteso e la relativa abbreviazione indicata nelle tariffe del vettore, nelle condizioni di trasporto, nelle norme o nell'orario dei voli; l'indirizzo del vettore è presso l'aeroporto di partenza indicato accanto alla prima abbreviazione della denominazione del vettore sul biglietto; gli scali concordati sono quelli riportati sul biglietto o specificati sull'orario dei voli come scali previsti sulla tratta dei passeggeri; il trasporto effettuato da più vettori successivi è considerato come un'unica operazione.

5. Un vettore aereo che emette un biglietto aereo per il trasporto su voli di un altro vettore aereo lo fa solo in qualità di suo agente.

6. Ogni esclusione o limitazione di responsabilità del vettore sarà applicata a favore degli agenti, dei dipendenti e dei rappresentanti del vettore e di qualsiasi persona il cui aeroplano sia utilizzato dal vettore per il trasporto dei propri agenti, dipendenti e rappresentanti.

7. Il bagaglio imbarcato sarà consegnato al possessore della ricevuta del bagaglio. In caso di danni occorsi in occasione di un trasporto internazionale, il reclamo deve essere inviato per iscritto al vettore immediatamente dopo la scoperta dei danni e non oltre 7 giorni dal ricevimento del bagaglio; in caso di ritardo, il reclamo deve essere inviato entro 21 giorni dalla data di consegna del bagaglio. Consultate le tariffe e le condizioni di trasporto applicabili ai trasporti non internazionali.

8. Il biglietto è valido per un anno a far data dalla sua emissione, salvo diversamente indicato sul biglietto, nelle tariffe e condizioni di trasporto del vettore, o nelle relative norme. La tariffa di trasporto indicata nel contratto è soggetta a modifiche prima dell'inizio del trasporto. Il vettore può rifiutare il trasporto in caso di mancato pagamento della tariffa applicabile.

9. Il vettore si impegna ad adoperarsi al meglio per trasportare i passeggeri e i bagagli in tempi ragionevoli. Gli orari dei voli indicati sui tabelloni o altrove non sono garantiti e non sono parte integrante del presente contratto. Il vettore può, senza preavviso, sostituire vettori alternativi o aeroplani, e può modificare o eliminare scali intermedi indicati sul biglietto in caso di necessità. Gli orari sono soggetti a modifiche senza preavviso. Il vettore non si assume alcuna responsabilità relativa alla realizzazione dei collegamenti.

10. I passeggeri devono rispettare i requisiti di viaggio richiesti dalle autorità nazionali, esibire i documenti di uscita, di ingresso e qualsiasi altro documento richiesto e arrivare in aeroporto all'orario stabilito dal vettore o, se nessun orario è indicato, in tempo utile per completare le procedure per la partenza.

11. I passeggeri accettano di assumersi la responsabilità di tutti i costi e gli oneri relativi alla prenotazione, quali i costi per servizi aggiuntivi o per la modifica dei biglietti, e autorizzano l'uso della propria carta di credito per coprire tali costi.

12. Nessun agente, dipendente o rappresentante del vettore ha la facoltà di alterare, modificare o derogare alcuna clausola del presente contratto.

Il vettore si riserva il diritto di rifiutare il trasporto a chiunque abbia acquistato un biglietto in violazione delle norme applicabili o delle tariffe e dei regolamenti del vettore.